Rifiuti agricoli facili con Cia Pistoia

08/05/2016
AgriAmbiente Servizi pensa a (quasi) tutto

«Con la cooperativa AgriAmbiente Servizi le 89 aziende agricole che ne sono diventate socie in meno di un mese di vita realizzano una filiera corta degli scarti o sottoprodotti agricoli che significa notevoli risparmi e drastiche semplificazioni per gli agricoltori e meno inquinamento per tutti».

Così il presidente di Cia Pistoia Sandro Orlandini ha sintetizzato all’inaugurazione ufficiale dei giorni scorsi, alla presenza dell’assessore regionale all’ambiente Federica Fratoni e del consigliere regionale Massimo Baldi, il servizio di raccolta, deposito temporaneo, smistamento e avviamento allo smaltimento dei rifiuti agricoli effettuato da AgriAmbiente Servizi s.c.a.r.l. presso la stazione ecologica multiraccolta di Case Nuove di Masiano (Pistoia), negli spazi concessi in comodato d’uso dall’Agraria Checchi Silvano.

Una cooperativa promossa da Cia Pistoia per consentire, soprattutto ai piccoli agricoltori, di godere dei vantaggi dell’aggregazione in relazione alle normative vigenti (in particolare il D.Lgs 152/2006 e il D.L. 5/2012), fra cui la possibilità di conferire i rifiuti agricoli con mezzi propri alla stazione ecologica condivisa e l’esonero per le aziende socie dal Mud e altri adempimenti, nonché di un accordo conveniente con l’azienda specializzata nel ritiro e smaltimento dei rifiuti che avrà il compito di svuotare la stazione ecologica e smaltirne i contenuti. 

«Si ha una sorta di filiera corta degli scarti – ha spiegato Orlandini - perché questa possibilità di conferimento degli agricoltori nella stazione ecologica comune funziona a brevi distanze. Prima far venire un camion per prendere i rifiuti in azienda e smaltirli era un onere importante per le piccole realtà, perché come minimo si pagava 150/200 euro. Mentre in cooperativa, con una spesa di 30 euro una tantum come quota associativa e un tot al chilo di materiale conferito (da un minimo di 0,25 euro a un massimo di 1,75 euro al chilo), si resta su cifre estremamente contenute, stando ai quantitativi medi delle nostre aziende».

«AgriAmbiente Servizi – ha aggiunto il presidente della cooperativa Antonio Lelli - nasce con l’intento di venire incontro alle esigenze delle piccole aziende, ma nelle poche settimane di attività ci siamo accorti che anche aziende più grandi e più strutturate stanno usufruendo del nostro servizio. Il vantaggio è avere un presidio fisso (noi siamo aperti un giorno a settimana, ogni mercoledì mattina) a cui fare riferimento, dove gli agricoltori soci possono trasportare in proprio i rifiuti e scaricarli. Dopo di che l’unica incombenza che hanno è la conservazione per tre anni del documento che viene loro rilasciato e che sostituisce a tutti gli effetti il formulario di smaltimento. Questo perché la cooperativa si fa carico anche degli adempimenti amministrativi che sarebbero di competenza del singolo agricoltore. Il costo è minimo perché l’adesione alla cooperativa prevede una quota di 30 euro una tantum, che non è altro che il capitale sociale portato da ogni socio, che oltretutto, se un giorno dovesse decidere di uscire dalla cooperativa, gli verrebbe restituito. Quindi una specie di cauzione. Il costo per lo smaltimento è variabile in funzione della tipologia e delle quantità di rifiuti conferiti, ma vediamo che il costo medio delle fatture ai nostri piccoli-medi agricoltori è di 35/40 euro per un servizio che comprende anche l’aggiornamento del registro e del Mud».

«Continueremo a seguire questa cooperativa, a sostenerla il più possibile, a fare le parti amministrative necessarie – assicura il direttore di Cia Pistoia Alessandro Coppini - perché per gli associati Cia deve essere la cosa più semplice che si può immaginare: quando hanno il rifiuto, lo prendono e lo portano al deposito transitorio, da dove poi verrà ritirato e smaltito. Niente di più».

Tutte le aziende agricole, anche non iscritte a Cia, possono aderire ad AgriAmbiente Servizi.

Info: 333-1648468 o info@agriambiente.net o Cia Pistoia: 0573 535401, pistoia@cia.it